Anche lo Smart Working richiede la leadership situazionale

Sviluppare l’Organizzazione con le Persone

Smart working: 5 consigli per mettere a proprio agio i collaboratori

#SVILUPPO
Smart working: 5 consigli per mettere a proprio agio i collaboratori
La Fase-2 sta consolidando lo smart working come una delle possibili modalità di lavoro che va adattata alle diverse esigenze dei collaboratori.
Nell’articolo troverai 5 piccoli suggerimenti da seguire per trarre il meglio da ciascuno.

Noi  di Persolog-Italy amiamo formare e incoraggiare i manager affinchè imparino a guidare le persone a partire dalle loro motivazioni, il buon capo infatti sa adattare il suo approccio relazionale alle diverse esigenze dei collaboratori.

Il collaboratore autonomo

Lo smart working motiva il collaboratore che vuole perseguire gli obiettivi in autonomia ed esprimere la sua individualità distintiva, lui pensa che le cose le fa meglio degli altri soprattutto se le fa da solo.

✔ Lasciagli libertà e autonomia, ma al contempo chiarisci bene i confini della delega e presidia il tempo che mette in agenda per comunicare e collaborare con gli altri.

Il collaboratore fidelizzato

Lo smart working può generare ansia nel collaboratore costante e fidelizzato che ha bisogno di routine giornaliera e di contatto con il gruppo di lavoro. Il lavoro in solitudine non fa per lui.

✔ Stai attento perché lui, anche se non chiede, ha bisogno di relazione, di sentirti regolarmente, di rassicurazioni e di consigli su come organizzare lo spazio, il ritmo e le incombenze. Darà il meglio di sé quando questa modalità sarà diventata una nuova routine. È sempre disponibile, non te ne approfittare.

Il collaboratore multitasking

Lo smart working sarà molto apprezzato per chi ama lavorare in modalità multitasking, chi immagina già di poter fare una passeggiata e, al contempo, partecipare ad una riunione. Saprà cogliere, per sé e per gli altri, tutte le opportunità di questa modalità di lavoro, incoraggiando anche i più reticenti.

✔ Lascialo libero di esplorare le opportunità e condividere con gli altri idee, suggerimenti ed emozioni positive. Tieni però sotto controllo il raggiungimento di obiettivi SMART (specifici, misurabili, rilevanti, raggiungibili e con una scadenza precisa).

Il collaboratore analitico

Il collaboratore preciso e analitico può essere ingaggiato sullo smart working se coglie l’opportunità di lavorare con maggiore concentrazione e senza distrazioni esterne, come il tempo “perso” in chiacchiere. Porterà avanti il suo lavoro con cura e precisione.

✔ Anche a lui devi dedicare tempo per definire tutti i dettagli formali e funzionali: diritti, doveri, tecnologia, ergonomia, responsabilità e regolamenti compreso il diritto alla disconnessione che dovrai rispettare. Coinvolgilo nelle riunioni via web, potrebbe starsene silenzioso.

Infine, un consiglio generale per te, se sei il capo.

Lavorare con i collaboratori in smart working ti vede impegnato risolutamente ad eliminare la tua ansia di controllo per convertirla in fiducia e ingaggio motivazionale.

Stai facendo una rivoluzione su te stesso per allenare il la leadership del futuro, congratulazioni!

Grazie per aver letto questo testo fino a qui, ne seguiranno tanti altri, se vuoi riceverli e non sei ancora iscritto alla nostra mailing list, lascia la tua mail qui sotto.
Quanto vale un buon Customer Service? #SVILUPPO
Quanto vale un buon Customer Service?

I leader di successo comprendono sé stessi e l’influenza che il loro agire ha sugli altri, dispongono di una sana sicurezza di sé e di una buona conoscenza umana.

Strumenti per il Talent Management #SVILUPPO
Strumenti per il Talent Management

I leader di successo comprendono sé stessi e l’influenza che il loro agire ha sugli altri, dispongono di una sana sicurezza di sé e di una buona conoscenza umana.

L’importanza di allineare i bisogni formativi alle strategie aziendali #FORMAZIONE
L’importanza di allineare i bisogni formativi alle strategie aziendali

I leader di successo comprendono sé stessi e l’influenza che il loro agire ha sugli altri, dispongono di una sana sicurezza di sé e di una buona conoscenza umana.